Alcune Criptovalute Low Cost alternative ai Bitcoin

Negli ultimi mesi Bitcoin ha registrato una crescita incredibile ma, in seguito a questa, sono sorte altre numerose criptovalute alternative e low cost sulla quale vale la pena investire.

Tra queste menzioniamo LiteCoin (LTC). Si tratta di una valuta digitale peer-to-peer la quale consente di poter effettuare pagamenti istantanei a costi quasi nulli. E’ una rete di pagamento open source e decentralizzata la quale mette a disposizione dei tempi di conferma delle transazioni molto più rapidi e con una migliore efficienza di archiviazione delle transazioni rispetto a bitcoin. Inoltre, gode di un’ottima capitalizzazione ed è una delle prime criptovalute alternative nate da questo particolare mercato.

PeerCoin (PPC), invece, è una moneta sulla quale è doveroso puntare. In primo luogo perché attualmente ha un valore per dollaro relativamente basso e questo consente a chiunque di poter comprare un’unità, in secondo luogo per il fatto che le monete in circolazione sono solo 24 milioni.

Un’altra criptovaluta in forte crescita è ZCoin (XZC) sulla quale si è espresso anche Edward Snowden, definendola addirittura “la più interessante alternativa a Bitcoin“. Si tratta di una piattaforma incentrata sulla privacy ed in particolare sull’anonimato finanziario. Il suo obiettivo è quello di mirare a risolvere tutti quei problemi di privacy che fanno parte di bitcoin.
Infatti, Zcoin utilizza il protocollo “Zero Coin” il quale doveva rappresentare una sorta di estensione di Bitcoin. Questo particolare protocollo utilizza la proof Zero-Knowledge la quale garantisce la completa riservatezza finanziaria e l’assoluto anonimato. In poche parole, questo significa che chi riceve Zcoin conosce la quantità della moneta ricevuta ma non avrà alcun riferimento al mittente che ha inviato la moneta.

NameCoin (NMC) è una criptovaluta decentralizzata molto particolare. In realtà più che una vera e propria criptovaluta si tratta di un registrar di domini decentralizzato e basato su blockchain. Lo scopo di Namecoin è quello di fornire nomi a dominio anonimi ma assolutamente leggibili. Per questo motivo rappresenta qualcosa di diverso nell’ambiente delle criptovalute ed offre un servizio non di poco conto per chi lavora nel web.

Infine, parliamo di Lisk (LSK), la quale, a differenza delle altre cripto, ha una propria blockchain, lanciata per dare agli sviluppatori la possibilità di poter creare un ampia gamma di app sulla rete. E’ considerata la prima criptovaluta modulare al mondo: significa che le varie applicazioni vengono eseguite sul core di Lisk ed il database è nella blockchain per intenderci, ma i files delle app sono tutti decentralizzati in modo da rendere Lisk sempre efficiente.

 

Autore dell'articolo: ElisaP