Roma-Milan 1-0: i giallorossi si candidano come anti-Juve

Nella 16esima giornata di Serie A, il posticipo serale del lunedì si è chiuso con l’atteso “big match” dello Stadio Olimpico che ha visto opposta la Roma di Luciano Spalletti al Milan di Vincenzo Montella: a prevalere di misura sono stati i giallorossi che, grazie al gol di Nainggolan, staccano proprio i rossoneri in classifica e si portano a -4 dalla Juventus capolista, avversaria nel prossimo turno.

Match deciso da una prodezza

Rigore sbagliato da Niang del MilanContrariamente alle previsioni, all’Olimpico è andata in scena una gara poco spettacolare e bloccata dal punto di vista tattico che ha visto cominciare meglio gli ospiti. Tuttavia, il penalty fallito dal Milan al 28′ con Niang (il cui tiro dal dischetto è stato neutralizzato da Szczesny) si è rivelato fatale per la squadra di Montella che, nella ripresa, ha accusato il colpo ed è calata alla distanza. I giallorossi, dal canto loro, hanno riacquistato fiducia col passare dei minuti e la ritrovata superiorità territoriale si è concretizzata nella bella rete di sinistro di Nainggolan che, al 62′, ha di fatto deciso l’incontro: l’ultima mezz’ora si è risolta infatti in una serie di attacchi sterili dei rossoneri mentre i capitolini, seppure a fatica, hanno difeso l’esiguo vantaggio.

Le parole dei due allenatori

Grazie a questi tre punti, la Roma non solo ha scavato un piccolo divario in classifica rispetto al Milan, ma si presenta al match-scudetto della prossima settimana a Torino a ridosso della Juventus. Nell’intervista post-gara, il tecnico romanista ha ammesso le difficoltà nell’imporre il proprio gioco contro un avversario tignoso, ma ha sottolineato “il carattere della squadra e il fatto di non aver di nuovo concesso gol, segno di una ritrovata solidità difensiva“. E a proposito della sfida con la Juventus, che arriverà a chiudere un trittico di gare ostiche dopo quelle con Lazio e Milan, l’allenatore toscano ha spiegato che servirà maggiore equilibrio oltre che ordine tattico, dato che “i bianconeri sanno sfruttare ogni minima disattenzione“. Visibilmente deluso in “mixed zone” è apparso invece Montella che ha parlato di una sconfitta ingiusta, soprattutto alla luce del calcio di rigore fallito da Niang, al secondo errore consecutivo dopo quello contro il Crotone. “È un KO che ci aiuterà a crescere, maturato comunque al cospetto di una compagine più forte di noi” ha chiosato il tecnico del Diavolo, auspicando un pronto riscatto già contro l’Atalanta.

Autore dell'articolo: admin