Slovenia: buoni affari per chi apre una società

La fiscalità oltre il confine italiano è particolarmente vantaggiosa ed è per questo che sta riscuotendo molto successo il servizio offerto alle imprese del Bel Paese di aprire una società in Slovenia. La sede all’estero non pregiudica la possibilità di lavorare in Italia, ma anzi lo agevola. Il principale beneficio riscontrato dalle aziende riguarda infatti il risparmio sulle tasse, decisamente più basse nella Repubblica slovena. Le imposte sul reddito sono al 20%. Non è tuttavia l’unico motivo per decidere di aprire una società in Slovenia. Lo rivelano gli esperti e soprattutto gli studi condotti tra le imprese di consulenza.

Società in SloveniaLa Slovenia è uno Stato di recente formazione, una delle repubbliche nate dall’ex Jugoslavia. La poliedricità e la dinamicità del paese offre incentivi fiscali decisamente generosi e appetibile per chi intende investire e aprire una propria impresa. Sia chi desidera trasferirsi oltre Trieste, sia chi vuole semplicemente trasferire o creare la propria azienda trovano terreno fertile. Nel 2004 la Slovenia ha aderito all’Unione Europea, diventando uno dei paesi aderenti alla moneta unica nel 2007. Si usa la stessa valuta, si fa parte del medesimo gruppo, ma la Slovenia e l’Italia trattano le aziende in maniera diversa. Il primo Stato, infatti, ha subito una trasformazione rapida e ha sfruttato gli accordi fiscali garantendo un’organizzazione stabile. Ha siglato con l’Italia il “World Wide Transaction” che consente di tassare il reddito nel paese in cui viene prodotto, evitando così di subire una doppia imposizione.

Aprire una società in Slovenia è semplice grazie ai numerosi servizi di consulenza messi a disposizione dagli studi professionali con esperti locali e italiani. La formula più utilizzata è la società a responsabilità limitata e il suo avvio richiede una registrazione fattibile in un giorno e si deve avere un capitale minimo di 7.500 euro. Si effettua il versamento in denaro oppure con un capitale non monetario. La burocrazia è inferiore a quella italiana e si può procedere erogando i servizi o svolgendo la produzione di materiali e articoli da commercializzando emettendo fatture destinate a clienti in tutto il mondo. Anche in Italia.

Aprire una società in Slovenia è inoltre una scelta strategica, proprio per la posizione geografica del paese. Lo Stato confina con Ungheria, Austria, Croazia e Italia, mercati molto interessanti per lo sviluppo di cooperazione in campo economico. Lo sviluppo della Slovenia assicura l’opportunità di fare buoni affari e per procedere con la registrazione della propria impresa sul suolo sloveno ci vuole il codice fiscale locale, ottenibile presentando un documento italiano, indicando il nome della società e dei soci eventuali. In 24 ore si è in grado di mettersi al lavoro con la nuova impresa.

Autore dell'articolo: admin