Cosa vedere a Madrid: la capitale della Spagna tra movida e cultura

Ad di là dei luoghi comuni, Madrid è realmente la città della Movida. Non a caso in questa città sono nate espressioni come Madrid me mata (Madrid mi uccide) e Madrid nunca duerme (Madrid non dorme mai). Nella capitale spagnola la vita continua come se lo scorrere del tempo avesse un valore completamente diverso dal resto del mondo.
Ma Madrid non è solo questo. Qui si trovano alcuni dei musei più importanti come il Prado, il Reina Sofia ed il Thyssen ma anche alcuni monumenti da non perdere.
Ecco, dunque, una breve guida di cosa vedere a Madrid, una delle città da visitare in qualsiasi stagione dell’anno per la loro bellezza.

Uno dei musei di Madrid ai quali non si può rinunciare è sicuramente il Museo del Prado. E’ uno dei più importanti al mondo e racchiude in sé opere che raccontano l’arte europea degli ultimi cinque secoli passando da Caravaggio a Goya, da Raffaello a Velasquez.
Il consiglio è quello di visitarlo nei giorni feriali quando ci saranno meno visitatori.

Il Reina Sofia è un altro dei musei di Madrid da non perdere. Questo raccoglie le opere d’arte dal novecento ai giorni nostri.
La costruzione che lo ospita nacque inizialmente come ospedale ed è stato utilizzato per questo scopo fino al 1986 quando fu aperto il Centro d’Arte Reina Sofia.
Ovviamente, all’interno di questo museo iene dato particolare risalto ai pittori spagnoli come Dalì, Mirò e Picasso.

L’ultimo tra i musei più importanti di Madrid e del mondo è il Museo Thyssen-Bornemisza. Qui vi sono i quadri appartenenti alla collezione privata del magnate tedesco dell’acciaio, Thyssen-Bornemisza, diventato ricchissimo durante la seconda guerra mondiale. Infatti, il barone Hans Thyssen-Bornemisza rimise insieme l’immensa collezione del padre Heinrich, divisa tra gli eredi alla sua morte. Tra le opere presenti troviamo quelle di Van Eyck, Caravaggio, Van Gogh, Gauguin e Hopper, sicuramente tra le cose imperdibili da vedere a Madrid.

Per quanto riguarda i più bei monumenti di Madrid, sicuramente non possiamo trascurare il Palazzo Reale.
Questo risale al 1764 e sorge sulle rovine dell’antica residenza della famiglia reale distrutta da un incendio la notte di Natale del 1734: l’Alcázar, che ospitava i reali di Spagna fin dal XVI secolo.
La facciata dell’edificio si ispira a quella del palazzo del Louvre di Parigi e rappresenta una magnifica testimonianza del tardo barocco italiano, mentre tutto il complesso monumentale si estende su una superficie di 135.000 mq e vanta più di 3000 stanze, aggiudicandosi, così, il primato di palazzo reale più grande d’Europa. Al suo interno vi è, tra le altre collezioni dal valore inestimabile, anche la Real Armería, all’interno della quale è custodita la collezione di armi e armature appartenute ai re e alla famiglia reale a partire dal XIII secolo.

Tra le altre cose da vedere a Madrid vi è anche la Cattedrale dell’Almudena, situata vicino al Palazzo Reale, la quale racchiude in sé il segno di ben 5 secoli di scontri, di trattative burrascose tra i Re cattolici e i vescovi di Toledo, di problemi economici e politici e proprio per questo motivo è uno dei monumenti di Madrid che merita una visita.

Un’altra delle cose da vedere a Madrid è sicuramente Plaza Mayor.
Questa, fino al 1580 è stata la piazza del mercato cittadino, teatro di esecuzioni capitali, feste popolari, corride mentre tra il ‘600 e il ‘700 è stata colpita da 3 grandi incendi. Plaza Mayor è circondata da edifici che hanno tutti tre piani e gode di un caratteristico ed elegante porticato animato da bar e botteghe. Al centro della piazza, invece, domina fiera e imponente la statua di Filippo III a cavallo.

 

Autore dell'articolo: ElisaP