Cosa vedere a Verona, i 5 luoghi da visitare assolutamente

Ecco una breve guida su cosa vedere a Verona e dintorni in un fine settimana di permanenza. Tutto quello che non potete assolutamente perdere.

 

Cosa vedere a Verona

L’Arena di Verona

Una cosa da vedere a Verona in una permanenza di un giorno o di due giorni è senza dubbio la famosissima arena, ovvero l’Anfiteatro Romano, uno dei principali simboli di questa città.

Probabilmente costruita intorno al I secolo, l’Arena, come tutti gli anfiteatri, ospitava gli spettacoli dei gladiatori. Era il quarto anfiteatro dopo il Colosseo di Roma, quello di Capua e quello di Milano con una struttura solida ed imponente con l’esterno rivestito di mattoni e pietra veronese che creano uno scintillante effetto cromatico. All’interno, con il movimento concentrico delle gradinate, incute negli spettatori un singolare effetto di maestosità. Prende il nome dalla “rena”, la sabbia che si trova nella parte centrale su cui si svolgevano gli spettacoli. Poteva ospitare fino a 30.000 spettatori lasciando ampio spazio di movimento a chi si esibiva. Grandioso palcoscenico di importanti rappresentazioni musicali, l’Arena continua a preservare la sua millenaria funzione, anche se con spettacoli meno cruenti!

La casa di Romeo e Giulietta

Un’altra tappa imperdibile e senza dubbio una cosa da vedere a Verona in un giorno o due giorni di permanenza è la casa di Romeo e Giulietta. Verona, infatti, è il teatro dove si è consumata la tragica vicenda amorosa di Romeo e Giulietta, resa immortale dalla penna di William Shakespeare.

In un edificio del XIII secolo situato nel centro storico, i veronesi hanno riconosciuto la casa dei Capuleti: la leggenda si lega alla realtà, trovando in essa dei punti di riferimento. Una splendida facciata ricoperta di mattoni con un portale in stile gotico conduce i visitatori verso l’interno: nel cortile è visibile una statua in bronzo di Giulietta ed il celeberrimo balcone che ha visto nascere l’amore tra i due giovani. La casa di Giulietta è una tappa obbligata ed una cosa da vedere a Verona assolutamente, anche se molto turistica, di chi vuole scoprire i luoghi che ispirarono la storia d’amore per eccellenza.
Che crediate o meno alla leggenda, resta una delle cose da vedere assolutamente a Verona. Meno fortuna ha la Casa di Romeo, oggi abitazione privata, a poco distanza dalle Arche Scaligere. La Tomba di Giulietta si trova in un antico convento di frati Cappuccini del XIII secolo.

Chiesa di San Zeno Maggiore

Un’altra cosa da vedere a Verona anche in due giorni di permanenza è la Chiesa di San Zeno Maggiore. La leggenda narra che durante l’inondazione dell’Adige nel 589, l’acqua si bloccò sulla soglia di questa Chiesa sorta sul luogo di sepoltura del Vescovo Zeno. San Zeno, di origine africana, fu l’ottavo vescovo di Verona (362-380 circa) e convertì la città al cristianesimo.

Si tratta di uno dei più grandi esempi dell’architettura romanica in Italia e l’attuale aspetto pare risalga al XII secolo. Oltre a custodire il corpo del Santo, la Chiesa è ricca di sculture e pitture dal XII al XVI secolo, tra queste un’attenzione particolare va alla Pala di San Zeno di Andrea Mantegna, primo esempio di “sacra conversazione” con al centro la Madonna col Bambino. Da sinistra si riconoscono San Pietro con le chiavi, San Paolo con la spada, San Giovanni evangelista con la veste rosata, San Zeno in abiti vescovili, San Benedetto col saio monacale, San Lorenzo con la graticola, San Gregorio Magno vestito da papa e San Giovanni Battista con la tipica veste da eremita nel deserto. Si intuisce che si tratta di una conversazione perché la direzione e i gesti danno l’impressione che i santi stiano parlando tra di loro.

Cosa vedere a Verona: Piazza delle Erbe

Un colorato mercato di frutta e verdura con la sua schiera di ombrelloni, circondato da edifici e monumenti storici è la caratteristica principale di Piazza delle Erbe: la piazza più antica di Verona, dove gli edifici medievali, pian piano, hanno preso il posto di quelli romani.

È il luogo dove meglio si può cogliere il lato più popolare e vivace della città, senza rinunciare all’aspetto culturale della vostra vacanza. Durante il mercato, il sabato e la domenica, è il salotto della città, dove i veronesi si incontrano per far la spesa o per il rito dell’aperitivo serale. Sulla piazza affacciano il Palazzo del Comune, la Torre dei Lamberti, la Casa dei Giudici e le case dei Mazzanti. Sul lato più piccolo c’è il barocco Palazzo Maffei impreziosito da diverse statue di dei greci: Giove, Ercole, Minerva, Venere, Mercurio e Apollo. Bellissima la Casa dei Mercanti (o Domus Mercatorum), dove oggi ha sede la Banca Popolare di Verona. Nella piazza c’è la fontana denominata “Madonna Verona” che si contende l’attenzione con il Capitello, detto anche Tribuna ed erroneamente Berlina. Esisteva già nel XIII secolo, quando sotto di esso sedevano i podestà per la cerimonia dell’insediamento e o i pretori prima del loro insediamento.

Cosa vedere a Verona: Piazza dei Signori e Arche Scaligere a Verona

Il potere amministrativo di Verona si è sempre concentrato in questa bella piazza circondata da edifici monumentali collegati fra loro da portici e arcate.
Al centro della piazza colpisce subito la grande statua di Dante che a Verona trovò rifugio subito dopo l’esilio da Firenze. Si entra in piazza dall’Arco della Costa e subito ci si trova a sinistra la facciata della Domus Nova. Proseguendo in senso orario si incontra la Loggia del Consiglio e il Palazzo degli Scaligeri, Signori di Verona dal 1260 al 1387. Segue il Palazzo del Capitanio con la torre angolare che domina la piazza, collegato da un arco al Palazzo della Ragione.
Dall’arco si accede al cortile del Mercato Vecchio con la splendida Scala della Ragione. Dalla Torre dei Lamberti si ammira uno splendido panorama sulla piazza e sui tetti di Verona. Quasi in una piazzetta a parte si trova la Chiesa di Santa Maria Antica nel cui cortile si innalzano le Arche Scaligere. Il suggestivo complesso funerario è uno straordinario esempio dell’architettura gotica in Italia. Le Arche furono edificate per ospitare le spoglie di alcuni rappresentanti della famiglia dei della Scala. Spiccano per monumentalità e decorazioni quelle di Cangrande I, Mastino II e Cansignorio.

Cosa vedere a Verona e dintorni

Parco delle Cascate di Molina

Se volete godervi una rilassante giornata fra paesaggi incantevoli, dirigetevi al Parco delle Cascate di Molina, a circa un’ora da Verona. Si tratta di una cosa da vedere a Verona in due giorni di permanenza ed è anche facilmente raggiungibile sia in auto che in bus. Il Parco delle Cascate offre la possibilità di fare lunghe passeggiate tra salti d’acqua fantastici e scavi archeologici. Vi attendono tre percorsi suggestivi, tutti premiati da una vista mozzafiato. Un bel diversivo, soprattutto se viaggiate con i bambini!

Villafranca di Verona

Una cosa da vedere a Verona e dintorni è Villafranca di Verona. Nata come accampamento romano, questa ha conosciuto un grande sviluppo in epoca medievale con l’edificazione del Castello Scaligero. Tra i luoghi da visitare il Duomo dei Santi Pietro e Paolo, l’Oratorio del Cristo e il curioso Museo Nicolis con una ricca collezione di macchine fotografiche e auto d’epoca.

Autore dell'articolo: ElisaP