Benefici della cipolla: tutte le proprietà che fanno bene alla salute

La cipolla è il bulbo commestibile della pianta che ha lo stesso nome, diffusa in tutto il mondo. Esistono diversi tipi di cipolla: da quella di Tropea a quella di Borretana. La cipolla ha anche numerosi benefici, ma vedremo nei dettaglio, più avanti di cosa si tratta.

La cipolla è un alimento utilizzato molto spesso in cucina, per insaporire i piatti e grazie alle vitamine e gli enzimi presenti al suo interno favoriscono la digestione e il metabolismo. L’ortaggio contiene poca vitamina C e carotenoidi, ma soprattutto poche fibre. Contiene, però, molta acqua, fruttosio, zucchero. E’ controindicata per chi ha patologie gastro-intestinali come gastrite, ulcera, colon irritabile, emorroidi. Vediamo tutti i benefici e gli effetti della cipolla, anche quelli a scopo terapeutico.

Benefici terapeutici della cipolla

La cipolla ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, ma riesce a tenere a bada anche i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue. La cipolla riduce i livelli di zuccheri nel sangue. Tra i benefici, che spiccano, della cipolla sono le sue capacità antibatterica e antimicrobica, stimolando il sistema immunitario.

Per chi ha problemi di ritenzione idrica e vuole un rimedio naturale per combatterla, può utilizzare la cipolla che. grazie alla grande presenza di acqua, è utilizzata come disintossicante e dall’azione diuretica. E’ anche utile in caso di tosse e raffreddore perché decongestiona le mucose, liberando il naso e sedando la tosse. Basta metterne un pezzetto sul comodino accanto al letto o si può preparare uno sciroppo per la tosse e il raffreddore.

La cipolla protegge le ossa dall’osteoporosi e migliora l’umore grazie alla presenza della serotonina. Secondo uno studio dell’Università degli Studi di Milano, è stato evidenziato che ci consuma spesso la cipolla ha meno rischio di ammalarsi di cancro allo stomaco.

Benefici della cipolla cruda

Come abbiamo detto, la cipolla ha numerosi benefici sulla salute, ma per far si che questi siano davvero efficaci, è consigliabile consumarla cruda, perché con la cottura si perdono una serie di sostanze benefiche. Il fastidio che può crearsi mangiandola cruda è solo avere gli occhi che lacrimano e sia fastidio alla bocca. Se non si riesce a consumarla cruda, l’alternativa è scottarla in padella con altre verdure aggiungendo dell’olio extravergine a crudo.

 

 

Autore dell'articolo: martina