L’Italia piace sempre più ai turisti internazionali

Torino è la capitale del turismo.

Città di TorinoLa eDreams Odigeo, una delle più grandi compagnie di viaggi online del mondo, ha reso noto nelle ultime ore i dati consuntivi di un’indagine condotta su 44 Nazioni (circa 17 milioni di turisti) che elegge Torino come la città preferita dai viaggiatori. Oltre a misurare lo storico, la suddetta indagine rivela le proiezioni di preferenza del turismo internazionale per il prossimo anno, confermando in vetta alla classifica il capoluogo piemontese, mentre Bologna vola all’undicesimo posto. L’aumento del fascino di Torino (+316%) è dovuto, essenzialmente, alla vasta presenza di tratte aeree low cost verso l’aeroporto Caselle, mentre l’appeal di Bologna deriva dall’indubbia ricchezza di attrazioni della città unita alla sua vicinanza a Firenze e Milano. Dallo studio condotto da eDreams esce vincitore anche il Sud Italia, con Comiso (Ragusa) al primo posto, seguito da Lampedusa, Olbia, Bari, Brindisi, Napoli e Palermo. Le preferenze dei nostri connazionali verso l’estero, invece, si concentrano soprattutto su Astana, la capitale del Kazakistan che ospiterà l’edizione dell’Expo del prossimo anno, e Cuba.

I viaggiatori europei preferiscono gli “short breaks”.

Un altro interessante dato emerso dall’indagine svolta da eDreams evidenzia una maggiore predilezione per i viaggi brevi da parte dei turisti europei, a differenza di quelli italiani. L’acquisto di pacchetti con volo e albergo della durata massima di 5 giorni sono aumentati del 40% e i consumatori degli ”short breaks” sono, soprattutto, i francesi, i tedeschi e gli inglesi. Questi ultimi, fra l’altro, nel 70% dei casi preferiscono tornare in luoghi già visitati anziché avventurarsi alla scoperta di nuove destinazioni. L’attenzione degli italiani si concentra sempre più sul turismo ”responsabile”, come evidenziato dall’impennata di vendite registrata dai vari giftbox ”EquoTube”. Cambiano anche i giorni di ”booking” e aumenta l’acquisto dei biglietti low cost: i turisti prenotano i tour per il weekend il lunedì o, al massimo, il martedì e preferiscono sempre più viaggiare con voli low cost, le cui vendite sono incrementate del 10% rispetto al 2015.

Autore dell'articolo: bwgroupit